Jerome Boateng lascerà il Bayern Monaco nella prossima estate. A confermare l’addio tra il difensore e il club bavarese è stato il direttore sportivo del Bayern Hasan Salihamidzic nel prepartita della gara di andata dei quarti di finale di Champions League, persa per 2-3 a Monaco contro il Paris Saint-Germain. «Il suo contratto non verrà prolungato – l’annuncio di Salihamidzic a Sky Deutsch- si tratta di una decisione congiunta presa con la dirigenza del club, anche l’allenatore è stato coinvolto». Il dirigente ha spiegato anche la posizione del giocatore. «L’ho spiegato a Jerome, lo ha capito e darà il massimo fino a fine stagione per inseguire i nostri obiettivi sul campo».

A partire dall’1 luglio 2021 allora Boateng sarà a tutti gli effetti un calciatore svincolato, libero di stringere accordi con la squadra in cui giocherà dalla prossima stagione. Nell’annata sportiva in corso il difensore, nato il 3 settembre 1988, ha giocato 31 partite tra Bundesliga e coppe, segnando due reti e servendo un assist. Arrivato a Monaco di Baviera nell’estate del 2011 dal Manchester City, Boateng saluterà il Bayern dopo 10 anni e con una bacheca che include ben 21 trofei: 8 campionati tedeschi, 4 Coppe di Germania, 4 Supercoppe di Germania, due Champions League, due Supercoppe europee e una Coppa del mondo per club, centrando anche per due volte il treble (vittoria di Bundesliga, Champions League e Coppa di Germania) nelle stagioni 2012-2013 e 2019-2020. Ora il suo nome è destinato ad essere tra quelli protagonisti della prossima sessione di calciomercato.